Ieri sono state approvate dalla Giunta piemontese le modifiche alla legge regionale sul Piano Casa nell’intento di incentivare il settore dell’edilizia da sempre considerato un volano per l’economia.

Con questa nuova legge si cerca di snellire quanto più possibile le procedure per incentivare la cittadinanza ad effettuare interventi qualora lo desiderino.

Principali novità riguardano il posticipo della validità di tale legge, fissato al 31 dicembre 2012, premialità volumetriche e demolizioni e ricostruzioni.

Nello specifico, con queste modifiche, vengono incentivati maggiormente gli ampliamenti di edifici uni e bifamigliari (ville e villette per capirci) ed eventuali chisure di portici e loggie negli edifici a schiera.

Sarà inoltre possibile creare per mezzo dell’ampliamento anche nuove unità abitative.

L’adeguamento alle norme di risparmio energetico sarà applicabile anche solo alla parte ampliata.

Per quanto riguarda demolizioni e ricostruzioni non vi sarà più l’obbligo della delibera comunale, mentre resta quello di utilizzare sitemi per il risparmio energetico e per il miglioramento architettonico dell’edificio.

bilancia_300p250_MOL