Con quello che sta accadendo in Giappone, e dopo che già da diversi giorni tutto il mondo quanto meno si sta interrogando sull’effettiva sicurezza del nucleare, il nostro governo è passato dal dire di non farsi prendere dall’emotività causata dagli eventi, a fermiamoci per riflettere.

Non ci sarebbe niente di male se veramente questa decisione (comunque presa in ritardo) di ragionare un pochino meglio sul discorso di investire in questo settore, fosse veramente scaturita da una genuina preoccupazione della classe dirigente per la salute dei cittadini, oppure dal fatto che in vicinanza delle elezioni si ha paura di perdere consensi.

Ci ha pensato il Ministro dell’Ambiente Prestigiacomo a chiarire la situazione, infatti proprio ieri al termine della cerimonia per il centocinquantesimo dell’Unità d’Italia un “bellissimo” fuori onda del su detto Ministro è stato catturato dall’Agenzia Dire, nel quale si sente chiaramente la Prestigiacomo rivolgersi a Bonaiuti e Tremonti dicendo “E’ finita non possiamo mica rischiare le elezioni per il nucleare”.

Avete capito bene quello che interessa alla nostra classe politica non è la salute del popolo, ma bensì rimanere sulla poltrona, e mica si possono rischiare le elezioni, le vite delle persone si però, che schifo!