Secondo un rapporto dell’Ance (Associazione Nazionale Costruttori Edili) anche in Veneto la crisi non sta risparminado il settore dell’edilizia.

Nonostante i buoni risultati scaturiti dalla legge sul Piano Casa che nel 2010 ha visto il Veneto come regione di maggiore riuscita dell’iniziativa dopo la Sardegna, i dati dell’Ance parlano chiaro, nell’anno passato gli investimenti in edilizia sono calati di circa il 6%, e di un’ulteriore 2,4% nei primi mesi del 2011.

Dati questi si negativi ma che avrebbero potuto essere molto più drammatici se non vi fosse stato quell’indotto derivato dalle istanze nell’ambito della legge sul Piano Casa.

Se si guardano le statistiche da un punto di vista più generale analizzando per esempio tutto il periodo che va dal 2008 a oggi, ci si accorge che la flessione è ben più marcata e raggiunge quasi il 22% in meno d’investimenti nella costruzione di edifici, con tutte le conseguenze che questa situazione comporta in termini occupazionali, infatti le stime dell’Ance segnano una perdita di posti di lavoro pari a circa 30 mila unità.

bilancia_300p250_MOL