Entrato in vigore il decreto di recepimento della direttiva 2009/28/CE, siamo in dirittura d’arrivo anche per le norme attuative, che dopo tutta una serie d’incontri e proteste tra Ministri coinvolti, regioni ed associazioni attive nel rinnovabile, si stanno sempre più concretizzando, ed infatti la Prestigiacomo ha dichiarato che per i nuovi incentivi al fotovoltaico (Quarto Conto Energia) non ci sarà da attendere oltre il 10 di aprile.

Per il testo definitivo di tali norme ci si aspetta che , come votato dalla Camera e dal Senato, siano redatte in modo tale da garantire gli investimenti in corso, e nello specifico sia messo in chiaro che i vecchi incentivi (Terzo Conto Energia) debbano essere applicabili a tutti quegli impianti entrati in esercizio entro il 31 maggio corrente anno, quando per entrata in esercizio non è più da intendere l’effettivo allacio in rete (per il quale notoriamente passano diversi mesi dalla fine dei lavori), ma il momento di conclusione della posa in opera.

Inoltre altro aspetto fondamentale ed auspicato da diversi operatori, è l’inserimento del tetto annuo (dal 2012) non più da calcolarsi in Megawatt ma in milioni di euro d’incentivi come già avviene in Germania.

Ricordiamo infine che le norme di attuazione del decreto rinnovabili, dovrebbero portare per la seconda metà del 2011 moderate riduzioni agli incentivi così da permettere anche a quegli impianti non terminati (entrati in esercizio) entro il 31 maggio di non essere eccessivamente penalizzati, poi dal 2012 si inizieranno ad avere le riduzioni più consistenti.