Approvato dal Consiglio dei Ministri il decreto di recepimento della direttiva 2009/28/CE sull’incentivo alla produzione energetica da fonti rinnovabili.

Eliminato il tetto degli 8000 MW, infatti il nuovo testo prevede che dal primo di giugno, quando verosimilmente sarà stato raggiunto l’obbiettivo fissato per il 2020, verrà emesso un nuovo provvedimento per la creazione/rimodulazione di incentivi e soglie massime per le energie rinnovabili.

Queste le novità dopo che in vista dell’eliminazione del Conto Energia per incentivare il fotovoltaico, associazioni di settore e ambientaliste, alcuni parlamentari e molti cittadini erano insorti chiedendo di non approvare il decreto.

Il Ministro dell’Ambiente Prestigiacomo per tranquillizzare gli animi aveva parlato di un obbiettivio e non di un tetto.