Con la definitiva approvazione del Decreto Milleproroghe il termine ultimo per la sanatoria catastale è stato procrastinato a fine aprile 2011, quindi restano poco meno di due mesi per mettersi in regola.

Ricordiamo che l’operazione cosi detta “case fantasma” è stata introdotta con la manovra estiva, e ha dato luogo all’individuazione di più di due milioni di particelle catastali dove si presume siano presenti edifici non dichiarati al Territorio o che abbiano perso il requisito di ruralità.

Dopo il termine ultimo stabilito l’Agenzia del territorio provvederà, nei confronti di chi non ha regolarizzato, ad applicare una rendita presunta che insiemae a quella definitiva produrra effetti fiscali a partire dal primo gennaio del 2007.

Esiste però la possibilità di regolarizzarsi senza incorrere in sanzioni, tra l’altro recentemente aumentate, anche dopo la scadenza del termine a patto che si comunichi al competente ufficio provinciale che si è già provveduto ad incaricare un tecnico per lo svolgimento della relativa pratica di regolarizzazione.

bilancia_300p250_MOL