Dopo che il gruppo parlamentare dei responsabili, aveva minacciato la sfiducia al Milleproroghe, è stato accolto dalla Commissinone Affari del Senato uno dei due emendamenti allo stesso e nello specifico quello che permetterà il blocco delle demolizioni degli edifici abusivi in Campania fino al 31 dicembre del 2011.

Bocciata invece la possibilità di riaprire i termini del condono per tutti quegli abusi commessi entro il 31 marzo del 2003.

A questo punto viene forse scongiurata la sfiducia che il gruppo dei responsabili avevano promesso se non fossero stati accolti i due emendamenti alla legge di conversione del decreto Milleproroghe, anche se come su detto solo uno dei due è stato accolto.

Infine ricordiamo che il primoo emendamento sulla riapertura dei termini condono era già stato giudicato inammissibile in quanto privo di fini d’interesse pubblico, mentre il blocco delle demolizioni, servirà per attenuare (anche se a tempo determinato) il problema abitativo in Campania, ma sarà applicabile solo per quegli edifici che siano adibiti ad abitazione principale e che non arrechino pericolo per la sicurezza altrui.

bilancia_300p250_MOL