Finalmente approvato il testo del decreto Milleproroghe dopo che recentemente il Presidente Napolitano aveva sottolineato l’incostituzionalità di alcuni aspetti contenuti nello stesso.

Eliminata la norma che bloccava le demolizioni in Campania fino al 31 dicembre 2011, per tutti quegli immobili edificati in zone vincolate, ed adibiti ad abitazione principali da parte di soggetti non provvisti di altro alloggio.

Ricordiamo che la norma per il blocco delle ruspe era stata presentata dal gruppo di Senatori “responsabili” per cercare di risolvere il grave problema abitativo della regione, ed in virtù del fatto che all’epoca del vecchio condono i cittadini campani non poterono fruire della possibilità di regolarizzare.

Prorogata invece la scadenza per le autodichiarazioni all’Agenzia del Territorio riguardanti le cosi dette Case fantasma, cioè edifici che abbiano subito rilevanti modifiche, che non risultino affatto al catasto, o che abbiano perso il requisito di ruralità.

La nuova scadenza è il 30 aprile 2011, data dopo la quale il territorio applicherà una rendita presunta che insieme a quella definitiva produrrà effetti fiscali a partire dal primo gennaio 2007.

bilancia_300p250_MOL