Sesta edizione del borsino immobiliare emesso da Confedilizia sulle quotazioni immobiliari dell’anno 2010, elaborate da dati provenienti dall’analisi dei valori delle compravendite di 105 città italiane, rispettivamente 33 al sud Italia, 25 al centro e 47 al nord.

I valori minimi e massimi elencati nel borsino sono riferiti ad immobili da ristrutturare, quelli più bassi, ed immobili nuovi o completamente ristrutturati, quelli più alti.

I prezzi in media più alti sono riconducibili alle città di Venezia (circa 9400 euro metro), Roma (8900 euro metro) e Milano (7600 euro metro), dati questi riferiti alle zone più centrali delle città, considerando invece una fotografia di più ampia scala, possiamo notare come in media le quotazioni più elevate si sono registarte al nord con 3372 euro metro, segue il centro con 3191 ed infine il sud con 2332 euro metro.

Per quanto riguarda le previsioni per il 2011 sembra volersi consolidare la situazione di ripresa generale registratasi negli ultimi mesi del 2010, anche se è necessario notare come sia i nuovi regimi fiscali per gli immobili in locazione (cedolare secca), sia il vociferarsi, comunque smentito dal governo, di una nuova tassa patrimoniale siano fattori che potrebbero sia in senso negativo che positivo, cambiare quello che potrebbe essere l’andamento del mercato immobiliare nel 2011.

Ricordiamo infine che i dati del borsino immobiliare Confedilizia vengono raccolti dalle circa 200 sedi presenti in tutto il territorio nazionale, e sono visionabili a questo indirizzo www.confedilizia.it/borsino_immobiliare.htm

bilancia_300p250_MOL