Nella regione Emilia Romagna sono stati stanziati circa 9 milioni di euro attraverso un bando regionale destinato a piccole e medie imprese per incentivare lo smaltimento dell’amianto sostituendolo con pannelli fotovoltaici.

L’iniziativa promossa dai due assessori Gian Carlo Muzzarelli e Sabrina Freda, prevede in primo luogo la riqualificazione sia sotto il punto di vista energetico che ambientale delle sedi di lavoro nei diversi siti produttivi della regione.

Attraverso questa operazione sarà possibile raggiungere simultaneamente due obbiettivi il primo quello della riduzione dei consumi energetici derivata dalla coibentazione più efficace, ed il secondo quello dell’autoproduzione di energia da fonti rinnovabili.

Non meno importanti gli aspetti che vedono l’utilizzo dei tetti per il posizionamento dei pannelli senza altro spreco di territorio, ed il miglioramento della qualità dell’ambiente lavorativo dei dipendenti delle imprese che vorranno aderire all’iniziativa.

Il contributo che prevede la sola assegnazione a quelle piccole medie aziende con sede romagnola, potrà raggiungere un massimo di euro 150 mila per ciascun richiedente, ed ogni domanda di accesso dovrà essere esaminata dagli assessorati sia delle Attività Produttive, sia dell’Ambiente.

Per chi fosse interessato sarà possibile presentare domanda tramite Pec (posta elettronica certificata) e con l’invio della stessa anche a mezzo raccomandata cartacea da spedire nel periodo compreso tra il 01/04/2011 e il 02/05/2011, entro le ore 16:00, da effettuarsi utilizzando un’apposita applicazione web che verrà messa a disposizione degli interessati prima dell’inizio del periodo di cui sopra.

Maggiori informazioni su www.ermesambiente.it