Concessa dall’Abi di concerto con le principali associazioni di consumatori, la proroga per la sospensione del pagamento della rata del mutuo per tutte quelle persone che si trovano in difficoltà gravi, esplicitamente indicate nel provvedimento.

Inoltre un’altra buona notizia è quella che vede l’Associazione bancaria italiana disposta a prendere in considerazione già da adesso un’eventuale ulteriore proroga alla scadenza di quella appena concessa, ovviamente dopo aver esaminato la situazione.

Quindi un’altra boccata d’ossigeno per le famiglie in difficoltà che potranno accedere a questo aiuto istituito già dal 2009, e che darà ancora la possibilità di presentare domanda a tutti quei soggetti che non abbiano già utilizzato il beneficio entro il 31 luglio del 2011.

Ricordiamo che tale sospensione può essere richiesta solo da colore che hanno stipulato un mutuo per l’acquisto o ristrutturazione della prima casa non superiore ai 150 mila euro e che potrà essere applicata per un massimo di 12 mesi, inoltre sono necessari diversi requisiti.

Era indispensabile la proroga dopo che l’Abi aveva giorni fa emesso i dati sulle richieste di sospensione che ammontavano a più di 35 mila, oggi saranno già di più.

Certo sarebbe auspicabile che oltre ai mutui vengano prorogati anche gli sfratti esecutivi, ma il governo se ne è dimenticato.

bilancia_300p250_MOL