I dati emessi dall’Agenzia delle Entrate confermano anche quest’anno che la detrazione del 36% sulle ristrutturazioni edilizie è la preferità dagli italiani, ed anche nel 2010 si è stabilito un nuovo record.

Nei primi 11 mesi dell’anno passato (da gennaio a novembre) sono state presentate ben 452 mila domande, alle quali corrispondono altrettanti interventi edilizi, che da un lato aiutano l’uscita del settore delle costruzioni dalla crisi ormai diventata un grosso problema, e dall’altro favoriscono anche l’eliminazione del lavoro nero, poi chè è chiaro che per fruire di tale agevolazione bisogna essere in possesso di regolari fatture.

Rispetto al 2009 (che già vedeva un incremento paragonato al 2008) nel 2010 l’aumento è stato di circa il 10%, mentre confrontando i dati con quelli del 2008 arriviamo ad un +28%, ed inoltre va precisato che a questa statistica mancano ancora i numeri del mese di dicembre 2010, e che quindi le percentuali saliranno ancora.

Ricordiamo che la detrazione del 36% consiste nel poter dedurre tale percentuale dall’Irpef fino ad un massimo di euro 48 mila in dieci rate di uguale misura, e che il periodo di spalmabilità scende a 5 anni per chi ha compiuto 75 anni e tre per chi ne ha 80.

Per quanto riguarda la localizzazione geografica della provenienza delle domande, abbiamo in testa il nord Italia, e prima tra tutte la Lombardia con Milano dalla quale sono pervenute quasi 50 mila domande.

Possiamo notare inoltre che più si scende verso sud e meno interventi si effettuano.