Come in quasi tutte le regioni d’Italia il piano casa non ha fin da subito prodotto i risultati sperati, ed in ogni zona le singole caratteristiche territoriali, e non solo, hanno fatto si che ciò potesse accadere, per questo si è poi provveduto alla modifica di tutte quelle leggi regionali ritenute inefficaci.

Anche la Sardegna, che comunque non è andata poi così male, anzi è stata tra le migliori insieme al Veneto, ha ritenuto di dover ancora modificare la legge 4/2009 per eliminare il vincolo che obbligava il reperimento di proporzionati spazi da adibire a parcheggio in funzione dell’ampliamento effettuato.

Con la modifica si potranno adibire a parcheggio anche superfici inferiori ai 20 metri quadrati a patto che venga corrisposta una somma la quale sarà comunque riutilizzata dall’amministrazione per la creazione di strutture analoghe.

Questa novità introdotta potrebbe generare un’ulteriore aumento del numero delle istanze in quanto tutti coloro, abitanti in zone ad alta densità, che avrebbero voluto effettuare interventi, fino ad ora si sono ritrovati automaticamente esclusi dalla mancanza di spazio.

Certo per dare possibilità a tutti gli interessati di approfittare della nuova situazione sarebbe auspicabile anche una proroga della legge che ricordiamo scadrà tra circa quattro mesi.

bilancia_300p250_MOL