Quando c’è la necessità di ottenere un credito per finanziare l’acquisto della nuova casa, la prima cosa di cui ci preoccupiamo è cercare il prodotto migliore al tasso più favorevole. Per chi è cittadino della comunità europea, più o meno le possibilità di accedere ad un determinato tasso è la stessa nei diversi paesi europei.

Ma se ci si affaccia ad altri paesi non facenti parte dell’Unione, si possono trovare mutui ad un tasso nettamente inferiore a quello disponibile in Europa.

Quando si effettua un’operazione di questo genere si dice che il mutuo è in valuta. In poche parole accendere un tipo di contratto del genere è come recarsi in un’altro paese per stipulare il mutuo.

Il mutuo in valuta è un’arma a doppio taglio, ed è assimilabile più a una speculazione finanziaria vera e propria, piuttosto che ad una semplice operazione di credito.

Il suo funzionamento è lo stesso del classico mutuo, la differenza sta nell’obbligo di dover corrispondere le rate nella valuta del posto, e quindi se per esempio avessimo acceso il mutuo in valuta giapponese, ogni volta che andremo a pagare la rata dovremo cambiare i nostri Euro in Yen giapponesi, rischiando di dover accollarsi una cifra molto più elevata derivata dal cambiamento del tasso di cambio (tecnicamente detto exchange rate).

Vero è che se nel nostro caso fosse l’euro a rafforzarsi nei confronti della valuta giapponese, andremmo a pagare una rata inferiore.

I vantaggi di questo tipo di contratto di mutuo, risedono fondamentalmente nel fatto che in alcuni paesi i tassi sono notavolmente più bassi che in Europa, d’altro canto però per accostarsi ad un metodo del genere bisognerà necessariamente avere una capacità economica tale da permetterci di affrontare anche cifre che possono arrivare fino al doppio della rata.

Alcune banche italiane mettono a disposizione dei propri clienti anche prodotti del genere, ma sicuramente sono mutui non adatti a famiglie e lavoratori dipendenti, per chi invece ha buone nozioni finanziarie (e nello specifico riguardanti il mercato Forex che è appunto quello del cambio valuta) potrebbe essere una soluzione interessante.

bilancia_300p250_MOL