Per chi volesse acquistare una casa vacanza da affittare o per passarci il meritato riposo estivo, forse questo è un buon momento per effettuare tale operazione a Rimini, dove le quotazioni degli immobili nei primi sei mesi dell’anno passato hanno fatto registrare un calo di circa il 7%.

Sono presenti tipologie di qualsiasi genere ed annata, si va da immobili degli anni 60 70 nel centro storico, dove sono sporadicamente presenti anche palazzine d’epoca del diciasettesimo secolo, con prezzi che vanno dai 2300/3000 euro per unità in medio stato di conservazione, mentre per case ristrutturate recentemente, si può arrivare anche a più di 4000 euro al metro.

In proporzione più si acquista il taglio grande meno si spende. Hanno riscosso maggiore successo immobili di valore non superiore ai 180 mila euro, per i quali è sicuramente più facile accedere al credito, aspetto ritenuto responsabile del calo dei prezzi. Infatti come noto ultimamente le banche sono molto restie ad emettere mutui, che oltretutto sono più cari rispetto al resto d’Europa.

Troviamo anche nuove costruzioni nei pressi del lungomare nella via Regina Elena e prossimamente anche nella zona del Consorzio Padulli che di recente è stata sbolccata e dove verranno realizzati edifici indipendenti (ville e villette) a prezzi che oscillano intorno ai 2500 euro al metro.

Da segnalare infine lo spostamento del tribunale nella zona di Lagomaggio, che ha dato il via ad una serie di richieste di cambio destinazione d’uso dei proprietari d’uffici nei dintorni (ormai non più utilizzati da avvocati e professionisti del settore giudiziario); questo per concederli in affitto ai numerosi studenti che si sono riversati nella zona da quando l’Università di Bologna ha spostato molte delle sue facolta a Rimini. La locazione di una stanza si attesta intorno ai 250 300 euro al mese.

bilancia_300p250_MOL