Il primo semestre dell’anno 2010, stando ai dati emessi dagli studi Tecnocasa, ha visto il mercato immobiliare di La Spezia caratterizzato da una situazione di sostanziale stazionamento dei prezzi.

La quasi totalità delle operazioni di compravendita è stato effettuato da nuclei famigliari in cerca della prima abitazione; anche per quanto riguarda acquisti da mettere a reddito si segnala un buon interesse degli investitori incentivati dalla richiesta di abitazioni in locazione da parte dei dipendenti sia del porto che dell’ospedale.

Nello specifico chi è interessato ad un acquisto prima casa si accosta ad una tipologia di superficie compresa tra 75 e 90 metri quadrati, per la quale è possibile spendere cifre tra i 1600 euro per frazioni del comune come Rebocco e Fabiano, fino ai 3000 euro al metro quadrato per una soluzione semindipendente con spazio esterno nella zona di Valdellora.

La datazione degli immobili presenti in loco è molteplice e va da strutture edificate nei primi anni 20/30 situate per lo più tra l’ospedale e piazza Europa (2200 euro metro), passando per edifici popolari realizzati tra il 1930 e il 1940 nella frazione di Rebocco (1600/2100 euro metro), soluzioni più recenti edificate tra gli anni 60 e 80 si possono trovare nelle aree comprese tra il Parco della Maggiolina e l’ospedale (2000 euro metro), in zona Valdellora (2000/2100 euro metro per un appartamento in buono stato), e nella frazione di Fabiano (1600/2300 euro metro).

Nuove costruzioni si possono trovare nella zona di Pegazzano con prezzi che si attestano intorno ai 2300 euro al metro quadrato.

Il mercato delle locazioni non ha fatto registrare radicali cambiamenti, contrazioni o espansioni, le tipologie più gettonate sono il bilocale e trilocale che vanno dai 300 ai 500 eruo mese a seconda della zona.

bilancia_300p250_MOL