Stando alle previsioni effettuate dagli studi del gruppo Tecnocasa per il 2011 il mercato immobiliare dovrebbe essere caratterizzato da una situazione di sostanziale stabilità, considerando un punto di vista generale rispetto al paese.

Analizzando invece più da vicino le diverse realtà ci si accorge che partendo dai dati del 2010, nelle grandi città si potrebbero registrare degli aumenti sulle quotazioni fino al 2%, mentre nei centri più piccoli la tendenza rimarra stabile ed in linea con quella dell’anno passato.

Anche il numero totale delle compravendite non dovrebbe discostarsi di molto dal dato del 2010 attestandosi su circa 630 mila transazioni.

Guardando nello specifico ogni regione, le zone in cui sono previsti rincari più consistenti sono quelle campane e liguri, dove l’aumento potrà arrivare fino al 3%.

Le previsioni danno segnali negativi per alcune città, ed in particolar modo, Modena, Palermo, Bari, Firenze , Rimini, Sassari e Latina.

Morale della favola, l’anno nuovo sarà ancora caratterizzato dalla prudenza del consumatore, e dalle banche selettive nell’erogare i mutui, sempre se la situazione economica del paese non peggiorerà (sopratutto per quanto riguarda il mercato del lavoro), e se così fosse allora la situazione sarà molto più nera del previsto.

bilancia_300p250_MOL