Viste le molteplici richieste effettuate dagli utenti, in merito alla possibilità di utilizzare la detrazione Irpef del 36% per l’acquisto di un box pertinenziale all’abitazione (che viene considerato come ristrutturazione), l’Agenzia delle entrate ha puntualmente chiarito la situazione con la Risoluzione 7/E del 13 gennaio 2011.

Si evince dalla su citata risoluzione che tale detrazione può essere utilizzata per la realizzazione e l’acquisto di autorimesse e posti auto/box pertinenziali, fino ad un massimo corrispondente al costo di costruzione degli stessi.

Nello specifico è stato chiarito che nel caso in cui il rogito d’acquisto del box pertinenziale sia stato effettuato in seguito al pagamento di eventuali acconti a mezzo bonifico (fino ad un massimo pari al costo di costruzione) la su detta detrazione compete solamente nel momento in cui vi sia un preliminare regolarmente registrato dal quale si evinca che esiste il vincolo pertinenziale tra l’abitazione ed il box stesso.

Nel caso in cui invece non vi sia un preliminare registrato che attesti la promessa d’acquisto del box, ed i pagamenti a mezzo bonifico siano stati effettuati prima dell’atto definitivo, non essendo possibile riscontrare la presenza del vincolo pertinenziale non vi sarà la possibilità di utilizzare la detrazione del 36%.

Infine nella particolare ipotesi in cui il bonifico venga effettuato lo stesso giorno del rogito notarile ma in un orario precedente alla stipula dell’atto sarà possibile fruire dell’agevolazione a patto che il box venga destinato a pertinenza dell’abitazione entro lo stesso giorno.

bilancia_300p250_MOL