Cambiate ancora le aliquote per il nuovo regime fiscale sulle locazioni, la cedolare secca. A oggi la situazione è quella che vede l’applicazione del 21% sui contratti a canone libero, ed il 19% su quelli a canone concordato.

Nonostante questo la Ragioneria Generale dello Stato fa saper che la misura anche con le nuove aliquote è coperta fin dal primo anno di applicazione (grazie al maggiore acconto della cedolare pari all’85% contro il 75% dell’irpef) ma solo ai fini di cassa.

Infatti considerando un criterio di competenza vi è uno scoperto di circa 216 milioni di euro, questo è quanto emerge dalla nuova relazione tecnica del Rgs.

A conti fatti in termini di competenza l’ultima relazione su citata mostra che rispetto alla prima le stime sono più basse e nello specifico 3194 milioni contro 3414 nel 2011, 3558 contro 3814 nel 2012 e 3923 contro 4213 nel 2013.

Considerando la cassa invece la situazione e diversa e mostra un guadagno che nel triennio 2011-2012-2013 e rispettivamente di 26, 98 e 75 milioni.

bilancia_300p250_MOL