Sarà intergrato il regolamento edilizio nel comune di Capannori (Lu) con una serie di norme, già discusse dalla giunta del sindaco Giorgio Del Ghingaro, volte all’introduzione della bioedilizia e di tecniche e materiali da costruzione eco sostenibili.

All’applicazione di tali norme saranno accompagnati sia aumenti di superficie fino al 9%, sia riduzioni dei costi sugli oneri d’urbanizzazione fino ad un massimo del 30%.

L’integrazione del regolamento edilizio vigente, ha come obbiettivo principale quello di promuovere e regolamentare gli interventi volti all’abbassamento dell’impatto ambientale dell’edificio non chè all’utilizzo di energia prodotta da fonti rinnovabili, come il fotovoltaico.

Il sindaco del Ghingaro commenta:”Vogliamo dare incentivi a coloro che costruiscono bene e in modo sano, secondo regole che rispettano l’ambiente e la qualità della vita, dotandoci di nuove norme che permetteranno di agevolare lo sviluppo della bio edilizia sul nostro territorio. Le case del futuro a Capannori saranno cioè costruite rispettando la compatibilità ambientale, l’ecoefficienza energetca, il comfort abitativo e la salvaguardia della salute. Sono convinto che i cittadini capannoresi sapranno cogliere questa nuova opportunità che avrà risvolti positivi anche sul piano occupazionale”.

Gli incentivi delle nuove norme saranno previsti sia per chi edifica nuove costruzioni, sia per chi demolisce e ricostruisce, e anche per che più semplicemente ristruttura, e verranno calcolati in funzione di un’indice di sostenibilità che verrà attribuito considerando diversi aspetti, comunque riguardanti l’utilizzo di materiali di bioedilizia e l’efficienza energetica della struttura.

Le modifiche saranno entro breve in vigore.