Dal 29 dicembre 2010 verrà dato il via ad una sperimentazione, avviata dall’Agenzia del territorio di concerto con il Ministero della Giustizia, riguardante il registro telematico in conservatoria degli atti notarili.

Sarà possibile per i notai da questa data in poi, e per il momento solo per le città di Palermo, Lecce, Firenze e Bologna, inviare telematicamente tutti quegli atti che saranno stati preventivamente redatti con strumenti informatici e provvisti della firma digitale.

L’Agenzia del territorio ricevuta la notifica dell’atto provvederà ad inviare in risposta un documento attestante l’avvenuta esecuzione della formalità provvista anch’essa di firma digitale.

Con questo nuovo metodo si vogliono velocizzare le operazioni di annotazione che ha volte potevano richiedere tempi molto lunghi.

Ricordiamo che nel caso di non funzionamento della procedura telematica di cui sopra, sarà possibile richiedere l’annotazione con il classico metodo, a fronte della presentazione in Agenzia della copia dell’atto da registrare, che a sua volta rilasciera il certificato di avvenuta annotazione della formalità.

Presto la nuova procedura verrà estesa a tutto il territorio nazionale.

bilancia_300p250_MOL