L’Istat ha emesso i dati sui costi delle costruzioni residenziali riguardanti il terzo trimestre 2010. Considerando lo stesso periodo dell’anno 2009 i prezzi in generale sono aumentati del 2,1%, ma solo dello 0.1 se rapportati al precedente trimestre 2010.

Gli aumenti più pesanti si registrano nel costo dei materiali metallici che dal 2009 sono aumentati di ben il 15%, a seguire sono i costi del noleggio strutture che segnano un +3,7%, poi il legno cresciuto del 2,9% e i costi di trasporto a +1,2%.

In diminuizione invece sono i costi da sostenere per gli impianti di sollevamento e movimentazione merci pesanti (gru eccetera), che registrano un calo del 4,7%.

Quindi rispetto all’anno precedente abbiamo un aumento assoluto dei costi di costruzione, mentre confrontando i dati con i precedenti trimestri 2010 possiamo notare una situazione di sostanziale stabilità; certo sarebbe auspicabile, vista anche la profonda crisi che sta vivendo il comparto dell’edilizia non chè il mercato immobiliare, che i prezzi scendessero così da incentivare le imprese che si trovano in difficoltà ed anche le persone intenzionate ad acquistare un nuovo immobile a cui sicuramente non dispiacerebbe risparmiare qualcosa.

bilancia_300p250_MOL