Quando siamo alla ricerca di una nuova nuova casa, gli aspetti che attirano l’attenzione e dai quali scaturisce il nostro giudizio (positivo o negativo) sono di solito la presenza di servizi vicini all’abitazione, l’aspetto e le condizioni interne ed esterne, la qualità del capitolato delle finiture eccetera.

Ma nonostante tutte le qualità sopra elencate siano sicuramente importanti, non possono indicarci se la casa che vogliamo acquistare sia un oggetto sicuro e di qualità in termini di efficienza energetica.

Infatti specialmente negli ultimi tempi, e nel futuro sempre di più, tutti quegli aspetti di un edificio che riguardano l’impatto ambientale e la sicurezza (sopratutto sismica) sono importantissimi e fondamentali per stabilire se l’immobile che vogliamo acquistare sia un buon affare; fermo restando quello che poi sarà il risparmio nei consumi energetici e il valore aggiunto che un immobile dotato di sistemi per aumentare il rendimento energetico e diminuire il rischio sismico può dare.

Ma come si fa per sapere se la casa che ci interessa rispetta l’ambiente ed è sicura? Molto semplice, sarà necessario, una volta individuato l’immobile gradito, portare un tecnico specializzato per fare un sopraluogo, il quale eseguirà alcuni test per verificare l’isolamento termico, la dispersione di calore, il tasso di umidità relativa, la presenza di gas nocivi, la struttura in cemento armato, ed altro,  attraverso l’utilizzo di specifiche apparecchiature.

Certo questa operazione avrà dei costi, che a mio avviso però vale la pena sostenere, sia per un motivo puramente di valore economico aggiunto, sia per questioni, non certo meno importanti che sono la salute/sicurezza dell’uomo e del pianeta.