Analisi dell’Agenzia del territorio confermano netti rialzi nelle città di Roma e Milano, infatti rispetto al terzo trimestre 2009 si registra un + 14% e 20%.

Il totale delle compravendite immobiliari è in ripresa anche nella città di Bologna con un + 7% e nella relativa provincia con un + 1,3. Altre città fanno segnare mercati stabili o con variazioni trascurabili e non indicative di un trend.

L’altra faccia della medaglia è rappresentata dalle città di Palermo e Firenze dove copiosi ribassi pesano sulle attività dei mediatori, rispettivamente l’osservatorio immobiliare ha registrato un calo delle transazioni del 7,4% nel capoluogo toscano (e -4,7 nella relativa provincia), mentre Palermo città si attesta su -10,6% e provincia – 21%.

Osservando la situazione globale del paese possiamo dire di essere in una fase che si può considerare stabile in quanto la totalità delle compravendite pari a 609000 nel 2009 passerà a 625000 del 2010, dati comunque ancora molto lontani da quelli raggiunti nell’anno 2006 in cui si registrarono 845000 operazioni.

Il mercato dovrebbe rimanere su questi livelli anche per l’anno nuovo poichè non ci sono avvisaglie di un cambio di direzione.

bilancia_300p250_MOL