Un recente studio del franchising immobiliare specializzato nelle locazioni Solo Affitti, a fatto emergere una flessione sul prezzo medio del canone d’affitto pari a circa l’1,9% che arriva fino al 3% se parliamo di immobili con annesso box auto. Penalizzati sopratutto i quartieri pregiati delle grandi città e le case più datate nei confronti delle nuove costruzioni che sembrano affittarsi più velocemente.

La punta dell’iceberg è stata raggiunta in Sardegna e nello specifico a Cagliari dove nel primo semestre dell’anno in corso i prezzi medi del canone di locazione si sono abbassati del 10.7% rispetto al semestre dell’anno precedente;

a seguire in ordine decrescente troviamo Genova con meno 8,3% e Napoli meno 7,6%. Al contrario in città come Ancona, Trento e Roma i canoni sembrano essersi alzati rispettivamente del 5,2 4,1 e 3,6%.

Roma è in assoluto la città più cara (mediamente 987 euro mese) seguita da Milano (957), Firenze (700), Venezia (686) e infine Napoli con 616 euro mensili.

Insomma un ribasso medio c’è stato ma i prezzi rimangono comunque proibitivi specialmente nelle grandi città dove per un singolo è praticamente impossibile prendere in affitto una casa (vivibile non 20 metri quadrati) senza “morire di fame”.

bilancia_300p250_MOL