Quando acquistiamo una casa insieme alla proprietà della stessa diventiamo per così dire titolari anche di tutta una serie di rischi, quali furti con relativi scassi, danneggiamenti imputabili ad atti vandalici o eventi atmosferici, pericolo di esplosioni o incendi, danni derivati dalla rottura di un impianto (per esempio un tubo dell’acqua) eccetera. Va da se quindi che sopratutto se abbiamo acquistato l’immobile attraverso l’ausilio di un mutuo, si renderà auspicabile, al fine di evitare spiacevoli sorprese, stipulare una polizza assicurativa per tutelarci nei casi su detti.

Va ricordato che alla stipula del mutuo è obbligatorio integrare l’atto con una assicurazione per l’incendio e lo scoppio, atta a risarcire la banca per il residuo debito, nel caso in cui si venga a manifestare uno di questi incedenti. E siamo a posto contro il fuoco e i materiali esplosivi e/o gassosi.

Per tutte le altre casistiche sarebbe bene stipulare un’altra polizza; vediamo quindi quali tipologie di contratto assicurativo esistono per la casa, le differenze sostanziali che le distinguono e quale è la più idonea al nostro scopo.

Esistono varie formule di assicurazione tra cui ricordiamo quella a primo rischio assoluto, nella quale il rimborso del danno viene calcolato in riferimento ad un importo massimo stabilito nel contratto, poi c’è quella a valore intero con la quale ci assicuriamo il rimborso del valore totale dei beni oggetto della polizza precedentemente stabilito da una perizia; ci sono poi altre due tipologie e nello specifico quella a valore nuovo con la quale all’atto del risarcimento non viene calcolato l’invecchiamento del bene e quindi il suo deprezzamento, ed infine quella a valore d’uso nella quale invece viene defalcato nel caso di risarcimento una somma inerente lo stato di usura dell’oggetto.

La strada migliore per trovare un buon compromesso e sicuramente quella di recarsi in più agenzie del settore per avere un idea precisa di quello che il mercato della tutela ci può offrire, ricordate sempre di farvi lasciare a fine colloquio la nota informativa della polizza di vostro interesse così da poterla valutare con più calma.

bilancia_300p250_MOL